fbpx
Home medicina Lavare le mani: un piccolo gesto di fondamentale importanza

Lavare le mani: un piccolo gesto di fondamentale importanza

by Sinonimo di benessere

Tutti i giorni entriamo in contatto con tantissime superfici. Pensaci: quanti oggetti tocchi in un minuto? Ecco. Le mani sono il più grande “recettore” di germi, semplicemente perché è la parte del corpo che più facilmente interagisce con il mondo esterno. Qui ti spieghiamo nel dettaglio come e cosa succede, e cosa fare per la nostra igiene.  

In questo periodo delicato, immobilizzati dalla pandemia del Covid-19, molte nostre abitudini si sono modificate. I nostri gesti e il nostro modo di vivere si sono modellati sul ritmo imposto dall’emergenza mondiale e tutti i giorni facciamo attenzione alle norme da rispettare, alle distanze da mantenere. Ad esempio, quanti tutorial su come lavarsi le mani hai visto? Molti, lo sappiamo.

A volte magari può risultare anche stancante, ma si tratta del primo fondamentale gesto da compiere per una prevenzione corretta.

Maniglie, banconote, prodotti al supermercato, pulsante dell’ascensore, carrelli della spesa e molto altro. Le nostre mani interagiscono con il mondo esterno costantemente. Proprio per questo ospitano una grande quantità di germi.

Di questi, una piccola percentuale è rappresentata da microrganismi non patogeni, che risiedono normalmente sulla cute senza creare danni. Però, si possono aggiungere virus e batteri nocivi per la salute. 

E cosa succede quindi sulla superficie delle nostre mani? Ecco. Quando un germe trova un ambiente ideale, si annida e prolifera, e lo fa in maniera sorprendentemente veloce. È esattamente in questo modo che possiamo contagiare gli altri e noi stessi, ad esempio toccandoci bocca o naso. Allora, per prevenire l’insorgere di infezioni, la prima grande arma a disposizione è l’igiene. Lavarsi le mani spesso è molto più importante di quanto crediamo.

L’igiene come prevenzione

Lavare le mani è semplice, veloce, immediato ed è al tempo stesso il primo, più importante gesto di prevenzione contro il diffondersi di infezioni. A volte ce ne dimentichiamo, o lo sottovalutiamo.
Eppure, rispettare questi piccoli accorgimenti è sinonimo di cura, sia verso gli altri che noi stessi.

Il Ministero della Salute ci invita a lavare le mani prima di:

  • Mangiare
  • Maneggiare o consumare alimenti
  • Somministrare farmaci
  • Medicare o toccare una ferita
  • Applicare o rimuovere le lenti a contatto
  • Usare il bagno
  • Cambiare un pannolino
  • Toccare un ammalato

E dopo:

  • Aver tossito, starnutito o soffiato il naso
  • Essere stati a stretto contatto con persone ammalate
  • Essere stati a contatto con animali
  • Aver usato il bagno
  • Aver cambiato un pannolino
  • Aver toccato cibo crudo, in particolare carne, pesce, pollame e uova
  • Aver maneggiato spazzatura
  • Aver usato un telefono pubblico, maneggiato soldi, ecc.
  • Aver usato un mezzo di trasporto (bus, taxi, auto, ecc.)
  • Aver soggiornato in luoghi molto affollati, come palestre, sale da aspetto di ferrovie, aeroporti, cinema, ecc.

Come farlo? Molto semplice. Basta utilizzare acqua calda e un semplice sapone, in questo caso per almeno 40 secondi, altrimenti se hai a disposizione una soluzione con una percentuale alcolica, bastano solo 30 secondi. Va benissimo anche un gel igienizzante, contenente almeno 60% di alcol


In questo periodo ci stiamo abituando a lavarle regolarmente, ma è qualcosa che risulta utilissimo sempre, in ogni contesto. Che tu sia a casa, a lavoro, in giro per la città a fare la spesa, ricordati sempre di dedicare una piccola porzione del tuo tempo per qualcosa di così semplice, ma davvero fondamentale per la tua salute.

 

 

 

You may also like